L’aviazione italiana nella Grande Guerra : l’anno 1917

pubblicato in: EVENTI IN PROGRAMMA 2017 | 0
Facebooktwitterlinkedinmail
L’AVIAZIONE ITALIANA NELLA GRANDE GUERRA : L’ANNO 1917
CENTRO STUDI MILITARI AERONAUTICI "GIULIO DOUHET"
CESMA
6 APRILE 2017

“Il 1917 è nell’immaginario collettivo l’anno di Caporetto, ma è anche l’anno delle ultime offensive sull’Isonzo che fanno vacillare l’impero austro-ungarico al punto da indurlo a chiedere l’intervento dell’alleato germanico. E’ l’anno in cui lo strumento militare italiano raggiunge la sua massima espansione e questo vale anche per la componente aerea del Regio Esercito. E’ anche l’anno in cui si definiscono compiutamente le diverse specialità dell’aviazione e se ne fissano i criteri di impiego, mentre l’organizzazione riflette la differenziazione tra la componente più propriamente tattica, a diretto servizio dei comandi d’armata, e quella di respiro operativo e strategico, che si identifica nella sostanza nei reparti da bombardamento ed in alcune squadriglie da caccia alle dirette dipendenze del Comando Supremo.

Sempre alle dipendenze di questo operano poi i dirigibili, che si avviano a vivere il loro canto del cigno, mentre sullo sfondo si sviluppa un dibattito aeronautico che ha significativi riflessi sulla stampa ed anticipa i futuri sviluppi che porteranno nel giro di qualche anno alla nascita della Regia Aeronautica.”

FIRENZE, ISMA
VIALE DELL’AERONAUTICA, 14 - 50144 - FIRENZE (FI)