Artificial Intelligence (AI) : autonomous systems & robotica

FacebooktwitterlinkedinmailFacebooktwitterlinkedinmail
CASA DELL'AVIATORE (SALA BALBO)
VIALE DELL'UNIVERSITA', 20 - 00185 - ROMA (RM)
CESMA
25 GIUGNO 2019 | ORE 15:00
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Negli ultimi anni si è registrato un significativo e crescente interesse nei confronti dell’intelligenza artificiale (AI). Grazie ad un maggiore disponibilità di potenza ed efficienza di calcolo, aziende titolate come IBM, Google, Apple, Amazon, Facebook, Microsoft e Tesla hanno destinato risorse economiche cospicue per finanziare programmi di ricerca e sviluppo con l’obiettivo di realizzare prototipi di driverless car e soluzioni applicative che vanno dalla interpretazione delle immagini, al riconoscimento facciale, alla comprensione del linguaggio naturale e alla generazione di raccomandazioni di acquisto in ambito ecommerce. Anche la Cina sollecitata dalla competizione commerciale con gli USA sta lanciando fondi di investimento per l’alta tecnologia puntando soprattutto su AI, robotica e guida autonoma con l’ambizione di diventare entro il 2030 leader world-wide per la progettazione di sistemi di intelligenza artificiale. Numerosi sono i driver che spingono l’adozione di agenti razionali in grado di svolgere attività a minor costo e con performance – in taluni casi – migliori rispetto a quelle degli esseri umani.

Nell’ambito specifico della Difesa è auspicabile che siano eseguite dai sistemi intelligenti tutte quelle attività che possono compromettere l’incolumità fisica di esseri umani nell’esercizio di attività operative in aree a rischio. È il caso delle missioni ISR e delle attività di bonifica di ordigni improvvisati (IED) tipicamente svolte dagli artificieri. I benefici derivanti dall’impiego di tecnologie abilitanti di AI riguardano anche altri casi d’uso: la possibilità di delegare ad agenti razionali l’analisi real time dell’enorme quantitativo di dati ambientali riguardanti un determinato teatro operativo per massimizzarne la situational awareness e l’efficientamento dell’impianto logistico dei nuovi sistemi d’arma. Attraverso un diretto riferimento alla distinzione fra automated e autonomous system, il Seminario ha l’ambizione di voler rappresentare uno starting point in ambito Difesa per definire una modalità di approccio strutturato all’Artificial Intelligence identificando casi d’uso dual use in grado di ridurre taluni gap capacitivi ed ottimizzare la attuali performance.

NOTA : Presso la Casa Aviatore è richiesto che i Signori indossino giacca e cravatta (no jeans, no sneakers). Chi lo desidera potrà trattenersi per la cena presso l’area ristoro della Casa dell’Aviatore a proprie spese, previa segnalazione all’atto della registrazione all’evento.