Perchè la Terra trema?

pubblicato in: eventi anno 2015 | 0
FacebooktwitterlinkedinmailFacebooktwitterlinkedinmail
CASA DELL'AVIATORE
VIALE DELL'UNIVERSITA', 20 - 00185 - ROMA (RM)
CESMA
21 MAGGIO 2015
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nubifragi, cicloni, trombe d’aria, eruzioni vulcaniche, ma, soprattutto, terremoti ai quali spesso abbiamo visto associarsi fenomeni che un tempo erano sconosciuti a noi europei, come gli tsunami. Particolarmente tragici, per le distruzioni che hanno causato ed il numero ingente di vittime che hanno provocato, sono stati i movimenti tellurici che hanno funestato il Nepal in questi giorni e che richiamano alla nostra distratta attenzione i rischi sismici cui è sottoposto anche il nostro Paese. Se è vero, come è vero, che non possiamo gestirli, è altrettanto vero che la conoscenza del fenomeno consente, tuttavia, di porre in essere delle misure di prevenzione in grado di limitare fortemente i danni ed il numero delle vittime.

Al riguardo il Giappone ha saputo fare cose grandiose nel campo dell’edilizia antisismica. Se, invece, osserviamo le costruzioni del passato nelle zone sismiche italiane, possiamo constatare di persona, senza essere degli esperti, le varie stratificazioni delle ricostruzione degli edifici, specie delle torri, avvenute nei secoli a seguito di scosse telluriche che le avevano fatte crollare e che pervicacemente erano state ricostruite sul posto senza porsi interrogativi profondi in merito.

E’ tempo che maturi una nuova coscienza della prevenzione, specialmente tra i non addetti ai lavori. La conferenza che proponiamo per il prossimo 21 maggio vuole essere un piccolo contributo alla formazione di una coscienza di prevenzione di cui il nostro Paese ha fortemente bisogno. Basti pensare, per esempio, alle costruzioni che continuano a crescere come i funghi sulle falde del Vesuvio senza calcolare che le vie di fuga, in caso di disastro sia tellurico che eruttivo, sono inadatte a sopportare un’evacuazione di massa, specie in condizioni di panico. Ad illustrarci il “Perché la Terra trema?” sarà il prof. Giovanni Battista Carulli, già professore ordinario” di geologia presso l’Università di Trieste e socio della nostra Associazione.