Psicologia ai tempi di internet : la mente tecnoliquida

Facebooktwitterlinkedinmail

Relatore – Dott. Tonino Cantelmi, Psichiatra e psicoterapeuta :

• Dirigente Psichiatra Servizio di Psichiatria IRCCS Regina Elena e San Gallicano
• Professore Incaricato di Psicopatologia, Istituto di Psicologia – Università’ Gregoriana
• Professore di Psichiatria, Laurea in Scienze Infermieristiche – Università La Sapienza
• Direttore Scuola di Specializzazione in Psicoterapia – MIUR
• È stato il primo ricercatore in Italia a studiare la tecnica pendenza e l’impatto della tecnologia digitale sulla mente umana
• In Italia è stato il fondatore della psicoterapia a orientamento cognitivo-interpersonale

Stiamo vorticosamente precipitando in una società “incessante”, sempre attiva, sempre più incapace di staccare a spina, sempre lì a digitare, a twittare, a condividere, senza differenze tra giorno e notte, tra feriale e festivo, tra casa e ufficio, forse avviata verso una colossale dipendenza dalla “connessione”. La rivoluzione digitale e la virtualizzazione della realtà intercettano, esaltano e plasmano alcune caratteristiche dell’uomo “liquido” (che si adatta a tutto come un fluido) : il narcisismo, la velocità, l’ambiguità, la ricerca di emozioni, e il bisogno di infinite relazioni light. La virtualizzazione della relazione e la sua spiccata tecno-mediazione eleggono una nuova forma di relazione : la connessione! Siamo in attesa della condivisione “senza attrito” che permetterà’ ai social network di inviare automaticamente aggiornamenti di stato dell’utente senza il suo permesso, senza mediazioni, senza elaborazioni introspettive dell’esperienza. I social network, abolendo ogni forma di distinzione tra privato e pubblico, trasformeranno l’amicizia in “condivisione” e in costante e continua “rappresentazione” di se stessi? Abbiamo la sensazione che la fine della società di massa e il transito nella tecno-liquidità’ post moderna dovranno fare i conti con la solitudine esistenziale dell’individuo e forse non sarà’ Facebook, ne’ Twitter od altra forma di socializzazione virtuale a placare l’irriducibile bisogno di “incontro con l’altro” nell’autenticità perché è così prepotente e vitale che oltrepasserà il mondo tecno-liquido. (Concetti tratti dal libro TECNOLIQUIDITA’ del dott. Tonino Cantelmi).

Chi sarà allora ad indicare la rotta e ad accompagnare l’uomo postmoderno verso una nuova ultra modernità dell’umanità? Le risposte a questo e a tanti altri importanti quesiti, che i concetti sopra citati non mancheranno di suscitare, le potrete ottenere partecipando alla conferenza del Dott. Cantelmi la cui esposizione avvincente, da consumato docente quale è, sarà capace di attrarre anche coloro che non hanno familiarità con tematiche sociologiche e psicologiche così avanzate, fornendo importanti spunti di riflessione per un confronto con le nuove generazioni.

14 GENNAIO 2016

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

CASA DELL'AVIATORE
VIALE DELL’UNIVERSITA’, 20 - 00185 - ROMA (RM)